Il museo delle api di Vezzi Portio

museo-apiVezzi Portio conserva nell’Oratorio della frazione San Giorgio un particolarissimo museo, frutto del lavoro del Cavalier Angelo Cappelletti che lo aveva ideato ed allestito sin dal 1950 a Bregnano, in provincia di Como, per poi trasferirlo nel verde di questa splendida porzione di entroterra ligure. è il Museo delle Api, un’incredibile raccolta dedicata a questo utilissimo insetto che è un tassello fondamentale nei ritmi della natura ma anche del lavoro dell’uomo in campagna. Il Museo è strettamente connesso all’Abbazia Santa Maria di Finalpia dove, in un ampio salone all’interno del secondo chiostro, si possono già ammirare alcuni mirabili reperti del museo e visitare l’azienda apistica che lavora da più di cinquant’anni; il museo vero e proprio come dicevamo è posto nell’Oratorio di frazione San Giorgio in Vezzi Portio che lo ospita dal 2010.Il museo custodisce oltre duemila reperti provenienti da ogni angolo del mondo, alcuni dei quali antichissimi, come un pezzo di propoli ritrovato in una millenaria tomba peruviana o alcuni torchi per il miele risalenti ad epoche tra il ‘600 e l’800. A questi si aggiungono oggetti di ogni genere: api imbalsamate, smielatori, arnie, strumenti, fotografie, libri e riviste internazionali.

Il legame tra uomo e natura ha forti connotati spirituali e, in questo senso, la sinergia con l’Abbazia benedettina di Finalpia, che ha origini risalenti al XII-XIII secolo è ancora più stretta e ricca di significati. Attualmente vi risiedono i monaci che hanno rivitalizzato questo luogo santo facendone un centro religioso e culturale importante e rinomato a livello nazionale. L’Abbazia è una grande raccolta di capolavori. Rifatta totalmente da Girolamo Veneziano (1724-29), la facciata è in stile barocco. Del periodo medievale rimane il campanile romanico gotico con quattro ordini di bifore e cuspide ottagonale.L’interno barocco ha una sola navata. Vi è custodito un organo con cornice ad intagli lignei di Fra Antonio da Venezia (1551). Nella sacrestia ci sono armadi del cinquecento con tarsie sempre di Fra Antonio da Venezia e un prezioso gruppo di ceramica dei Della Robbia. Un’altra ceramica Robbiesca è nell’atrio dell’Abbazia. Tornando a Vezzi Portio è possibile visitare il museo previo appuntamento telefonico o chiedere informazioni a: tel. 019 6049892 – 019 603129 fax 019 6049940 cell. 3346277059

Edinet - Realizzazione Siti Internet